Bee equilibrium

L’Apicoltura: una collaborazione tra uomo e insetto che sopravvive da millenni.

Quella dell’apicoltura è una collaborazione tra uomo e insetto che sopravvive da millenni. Si tratta di una passione millenaria, costantemente alimentata dall’ammirazione che si ha verso il fondamentale lavoro che le api svolgono in natura.

Viene portata avanti, giorno dopo giorno, sempre con il massimo del rispetto, un rispetto per una comunità di insetti che, attraverso il lavoro di migliaia di singoli individui, è in grado di dar vita ad una magia collettiva.

In uno dei nostri recenti articoli vi abbiamo raccontato di come la storia del miele fosse antichissime. Allo stesso modo, quella dell’apicoltura è una tradizione insita nell’attività umana da millenni. Le prime testimonianze relative alla nascita di questa professione, e della sinergia tra uomo e ape, si riscontrano già dal neolitico, in una illustrazione rupestre rinvenuta in Spagna che mostra un uomo intento a prelevare favi mentre svariate api gli ronzano intorno.

Si pensa poi che gli Egizi siano stati i primi a capire davvero l’importanza di allevare le api dando vita, attorno al 2600 a.C., alle prime arnie fatte di rami, canne intrecciate e fango essiccato, poste le une accanto alle altre per agevolare il controllo e l’allevamento degli insetti.

Con Aristotele si iniziano poi ad avere i primi testi sull’argomento, e fu proprio lui il primo a studiare il prezioso lavoro di questi insetti, nel 300 a.C., osservandone il comportamento e spiegando come le api raccogliessero solo il nettare di fiori della stessa specie prima di tornare all’alveare. Un’attività di estrema importanza, che è alla base dell’impollinazione incrociata, e che ancora oggi favorisce lo sviluppo ottimale delle coltivazioni agricole.

Anche Ippocrate fu estremamente attratto da questi laboriosi insetti, tanto da racchiuderli all’interno delle arnie al fine di studiarne la complessa vita sociale e prelevarne il miele per il consumo personale, dato che ne aveva compreso il potere curativo e le caratteristiche terapeutiche.

La rilevanza delle api continua a rimanere fondamentale anche oggi: basti pensare che circa il 40% del cibo che mangiamo dipende dall’impollinazione degli insetti e che le api sono i principali impollinatori della natura.

L’importanza del ruolo svolto da questi affascinanti insetti nell’alimentazione quotidiana, e nell’ecosistema naturale, supera dunque ampiamente la semplice creazione del miele. Proprio per questo abbiamo deciso di dare vita alla nostra Kubla Face Mask così come è composta: un prodotto 100% naturale che rispettasse tutte le proprietà dei suoi ingredienti, senza l’aggiunta di nessun elemento che sia estraneo all’alveare, e che trasmettesse la passione e l’attenzione che da sempre mettiamo nel nostro lavoro e nel prenderci cura delle nostre preziose alleate!